Skip to content

Parliamo di R-PET!

plastica pet iryciclo play

La plastica PET  è una materia sintetica prodotta con il petrolio o il metano che ha una composizione molecolare specifica per essere al 100% riciclabile (ogni bottiglia usata riciclata si trasforma in un’altra bottiglia identica) e non perde le sue proprietà fondamentali durante il processo di recupero. Queste caratteristiche hanno reso la plastica PET rivoluzionaria ed un’ottima soluzione sia per l’abbattimento dei costi che per l’impatto ambientale, sia della produzione di plastica che del suo smaltimento. La plastica PET, si può trasformare ripetutamente per la realizzazione di tutti i tipi di imballaggi, rispettando le severe condizioni igieniche imposte in ambito alimentare, cosmetico e farmacologico.

La plastica a impatto zero che deriva dal suo riciclaggio viene chiamata R-PET.

Molte aziende stanno convertendo il loro usuale utilizzo delle materie plastiche, in particolare Ferrarelle Spa da gennaio a luglio 2019 è riuscita a riciclare quasi 4500 tonnellate di Pet, risparmiando e minimizzando l’impatto ambientale sulla produzione di migliaia di tonnellate di plastica. Lo stabilimento di Presenzano, frutto di un investimento di 27 milioni di euro, è stato costruito con l’obiettivo di rimettere in commercio bottiglie nuove costituire dal 50% da R-Pet, il massimo consentito dalla legge.

Ma senza l’impegno di ognuno di noi nella raccolta differenziata, è difficile sperare in un abbattimento repentino della produzione di plastica non riciclabile. Proprio per questo Ferrarelle si è impegnata in campagne pubblicitarie informative.
A seguire un video in collaborazione con i The Jackal per migliorare alcune abitudini sbagliate del nostro quotidiano… informare per cambiare!

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=qURnSKA1vQY[/embedyt]

 

Fonti: The Jackal Adnkronos  PetRecycling