Skip to content

Il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti italiano

Ecosostenibilità Italia iRyciclo Play
A partire dal primo gennaio di quest’anno il Sistri (Sistema di tracciabilità dei rifiuti) è stato soppresso dopo 9 anni di polemiche legate soprattutto ai suoi costi ed al suo limitato funzionamento. Il nuovo sistema 2.0 avrebbe dovuto essere già operativo in primavera, ma purtroppo, ad oggi, non è stato ancora consegnato.
Nessuno rimpiange il “vecchio” Sistri, che ha comportato un costo per le imprese ed i cittadini di oltre 140 milioni di euro.
Secondo fonti Adnkronos, il Ministero dell’Ambiente sta lavorando alacremente per rendere operativo il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti che prenderà il nome di Argo ed il cui lancio è stimato per questo autunno. Argo costerà 3 milioni l’anno contro i 15 del vecchio Sistri, ma in attesa del lancio della nuova piattaforma si continua a lavorare…col cartaceo!
Le Istituzioni stanno facendo del loro meglio per assicurare ai cittadini il corretto trattamento dei rifiuti (che si esplica non solo nella raccolta differenziata ma anche nella tracciabilità dei rifiuti), ma purtroppo sappiamo molto bene che i tempi burocratici sono molto lunghi.
La verità è che come cittadini, tutti possiamo fare la differenza indipendentemente dalle scelte o dai ritardi delle Istituzioni. Un futuro sostenibile per l’Italia è possibile, per questo iRyciclo Play crede nel suo progetto green che ha a cuore il benessere dei cittadini e mira a ridurre l’impatto dell’uomo sull’ambiente!
Fonte: Adnkronos