Università Green

L’università di Padova ha stilato un piano quinquennale per ridurre l’impatto ambientale dell’Ateneo. In questo piano sono compresi accordi con le Istituzioni, interventi di modifiche sulla climatizzazione interna e piani di supporto, sia agli studenti che al personale, per l’utilizzo di mezzi di trasporto sostenibili.
Le aree di intervento sono varie sia in ambito economico che sociale, in aggiunta ad altre aree trasversali come l’adesione a reti nazionali e internazionali ad iniziative green, la valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale o progetti di ricerca inerenti al tema.

Sono state fatte ricerche interne all’Ateneo per avere un quadro completo dell’impatto che l’Università ha sull’ambiente. L’indagine si chiama “Carbon footprint” e ha rilevato che il motivo di maggiore impatto ambientale deriva dal pendolarismo degli studenti, seguito dai consumi energetici delle strutture. Questi dati sono estremamente importanti per capire dove bisogna intervenire prima di ogni cosa.

La scelta da parte delle Università di dare un chiaro segno di cambio di rotta non è una novità. Tante iniziative sono state già avviate da molti Atenei italiani, come la distribuzione di borracce o la programmazione di conferenze atte a sensibilizzare gli studenti e le città alla lotta contro gli sprechi.