Aziende più green al mondo: 4 italiane

Ogni anno Corporate Knights  (rivista sul business sostenibile) stila la classifica delle 100 aziende green al mondo.

La classifica del 2020 (consultabile a questo link) presenta 4 aziende italiane: Enel, Intesa San Paolo, ERG Spa, Assicurazioni Generali Spa.

Come viene stilata la classifica?

Rientrano nella classifica le aziende con almeno un miliardo di dollari di fatturato sulla base di 4 parametri:
– sostenibilità,
– salute finanziaria,
– tipologia di prodotti venduti,
– sanzioni finanziarie ricevute.
A questi si aggiungono successivamente ulteriori 21 parametri specifici per ciascuna tipologia di attività:
– gestione delle risorse naturali,
– gestione del personale,
– ricavi clean,
-performance dei fornitori.

Le italiane più green

Spicca, tra le altre, Enel che al suo debutto nella classifica si posiziona all’ottavo posto con un punteggio di 81.77%.

Tra le prime cinquanta si conferma Erg (produttore di energia eolica), che però rispetto allo scorso anno, scende dalla 16esima alla 35esima posizione (con un punteggio di 71.59%).

Tra le banche, il primato green è dell’olandese Ing seguita da Intesa Sanpaolo che guadagna 41 posizioni rispetto alla classifica del 2019, passando  dall’80esima alla 39esima posizione con un punteggio di 71.20%.

Fa il suo debutto nella classifica anche Assicurazioni Generali in 69esima posizione con un punteggio di 62.71 per cento.

Bene, dunque, il lavoro delle italiane ma l’Italia si posiziona al quarto posto rispetto alle aziende europee.

Prima tra tutte, infatti, la Francia con 9 aziende green, seguita dalla Finlandia con 6; ne hanno 5 invece  Regno UnitoDanimarca e Germania seguite appunto dall’Italia con 4.