Skip to content

Covid19 e riciclo rifiuti sanitari

Ogni evento porta con sè delle conseguenze: parliamo dell’emergenza sanitaria del Coronavirus.

Ci soffermeremo in questo articolo sull’aspetto dei rifiuti: quelli ospedalieri che,solo nell’ultima settimana, in Italia sono aumentati del 20%.

Rifiuti sanitari in Italia

Lucia Leonessi, direttore generale di Confindustria Cisambiente, cui fanno capo le imprese del settore di ecologia e igiene ambientale, ha dichiarato che la grande quantità di rifiuti speciali sanitari sta mettendo a dura prova gli oltre 90.000 addetti delle imprese del sistema di gestione e smaltimento rifiuti.

Il sistema però regge bene e risponde all’emergenza in maniera efficace.

Tra le aziende associate a Cisambiente vi è Eco Eridiana Spa: fondata a Genova nel 1988, nel corso degli anni si è affermata come azienda leader in Italia nei servizi di raccolta, trasporto, stoccaggio e smaltimento di rifiuti di origine sanitaria e industriale. Del gruppo fanno parte diverse aziende. Circa il 50% dei rifiuti sanitari italiani viene gestito dal gruppo.

Il trattamento dei rifiuti ospedalieri

Andrea Giustini, presidente di Eco Eridiana, ha dichiarato all’ANSA che la procedura di trattamento dei rifiuti sanitari, potenzialmente infetti a causa della loro provenienza, è molto rigida.

fonte Eco Eridiana Spa

Sono usati sacchi e contenitori appositi per raccogliere e trasportare i rifiuti ospedalieri agli impianti autorizzati allo smaltimento.
I contenitori possono essere riutilizzati ma devono essere sottoposti a procedure di sterilizzazione sanificazione; mentre i rifiuti sono avviati a termovalorizzazione producendo energia disponibile nella rete.

La scelta di sanificare e riutilizzare i contenitori riduce l’impatto ambientale del processo di riciclo evitando la produzione di nuovi contenitori (qualora non fosse possibile sanificarli completamente vengono avviati al processo di termovalorizzazione).

 

La termovalorizzazione rappresenta un processonel quale il calore sviluppato dal processo di combustione dei rifiuti è recuperato per produrre vapore.
Tale vapore sarà utilizzato per produrre energia elettrica o per il teleriscaldamento.