Gucci Off the grid: tra natura e moda

Questo periodo storico che stiamo vivendo sta portando molte aziende a ripensare il loro assetto produttivo in chiave più sostenibile.

Gucci è una delle firme più prestigiose che ha ripensato alla produzione già da tempo decidendo di non seguire i tradizionali tempi di produzione del “calendario della moda“.

Un’attenzione maggiore rivolta all’economia circolare e all’uso di materiale riciclati è alla base della Gucci Circular Lines, linea pensata per chi ha a cuore l’ambiente.

Gucci Off The Grid

Di questa linea fa parte la Gucci off the Grid, collezione a cura di Alessandro Michele, i cui materiali utilizzati sono riciclati e biologici, provenienti da materie rinnovabili e da fonti sostenibili.

Tra gli altri materiale da cui sono composti i capi della collezione, anche l’ ECONYL®, ottenuto al 100% da scarti di nylon che includono reti da pesca abbandonate e altri articoli di plastica nocivi all’ecosistema marino.

Anche la campagna del lancio di questa collezione è assolutamente significativa: personaggi del calibro di Jane Fonda sono fotografati come abitanti della città trasferiti in una capanna sugli alberi nel cuore di una metropoli.

I capi e gli accessori sono gender neutral e tutta la collezione sembra voler rappresentare il dualismo tipico del nostro tempo tra necessità materiale e il bisogno di roconnettersi alla semplicità e alla natura.