Dove si buttano i rifiuti? Te lo dice un’app

Dove si buttano i rifiuti? Te lo dice un’app. È proprio così, da poco è stata sviluppata un’app intelligente che ha la capacità di riconoscere i rifiuti inquadrandoli attraverso la fotocamera del cellulare.

Lo si deve a Junker, ‘la nuova applicazione che aiuta a fare la raccolta differenziata in maniera semplice, veloce e soprattutto senza errori’. Sul sito web di Junker vengono ben spiegati tutti i benefici che può ottenere l’utente, a prescindere se si tratti del cittadino o di un’azienda. Per i cittadini, Junker offre una vera e propria guida, che percorre l’idea del compostaggio per un perfetto riciclaggio del materiale organico, sino al conferimento finale.

Junker è anche rivolto ai gestori della raccolta dei rifiuti, in grado di riconoscere più di un milione e mezzo di rifiuti. Inoltre offre al comune tre importanti servizi: Segnalazioni di degrado (rifiuti abbandonati, cassonetti rotti, discariche abusive, etc., Servizi a chiamata (ritiro ingombranti, raccolte speciali, etc) e informative dirette all’utente. (fonte junkerapp.it)

Come racconta Benedetta De Santis “Questo sistema di intelligenza artificiale si basa sul machine learning, ovvero sull’apprendimento automatico, e ancora “Il suo patrimonio di partenza è costituito da un database di circa un milione di immagini, che man mano diventeranno sempre più evolute grazie alla collaborazione degli utenti. Saranno loro stessi i maestri che aiuteranno il cervellone ad apprendere e ad aumentare di precisione nel riconoscere gli oggetti”. (dichiarazioni ricavate su Wired.it- articolo di Federica Maccotta).