“La terra è ferita”: la prima enciclica sui temi ambientali

Per la prima volta un Papa annuncia una lettera circolare sull’ambiente rivolta e spedita a tutti i Vescovi del mondo.

Per Papa Francesco la nuova Enciclica non è una comunicazione indirizzata solo ai Cristiani, ma a tutti, uomini di fede e non. Il documento, che entra a far parte dell’archivio del Magistero della Chiesa, vuole sottolineare la grave situazione che interessa la nostra terra, costantemente minacciata dalle attività inquinanti dell’uomo. “Serve una conversione ecologica” ha così specificato il Papa.

Nonostante sia un documento compilato oltre che dal Papa, anche da un gruppo di scienziati e attivisti ambientali, l’enciclica in questione mantiene comunque un’impostazione spirituale. Infatti il tema della salvaguardia ambientale pone un’attenzione speciale ai poveri e all’economia moderna, sempre rivolta al profitto e alle diseguaglianze. (fonte Focus.it)

1. «Laudato si’, mi’ Signore», cantava san Francesco d’Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia: «Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba».[1]

2. Questa sorella protesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla. La violenza che c’è nel cuore umano ferito dal peccato si manifesta anche nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell’acqua, nell’aria e negli esseri viventi. Per questo, fra i poveri più abbandonati e maltrattati, c’è la nostra oppressa e devastata terra, che «geme e soffre le doglie del parto» (Rm 8,22). Dimentichiamo che noi stessi siamo terra (cfr Gen 2,7). Il nostro stesso corpo è costituito dagli elementi del pianeta, la sua aria è quella che ci dà il respiro e la sua acqua ci vivifica e ristora. (i primi due punti del documento su http://w2.vatican.va )

Leggi l’intera Enciclica cliccando su questo link http://w2.vatican.va/content/francesco/it/encyclicals/documents/papa-francesco_20150524_enciclica-laudato-si.html

Cassonetti e Big Bags all’interno Eco-raccoglitori iRyciclo Play!

Lo sapevi che all’interno dei nostri Eco-raccoglitori iRyciclo Play possono essere collocati sia cassonetti di ben 1400 lt che Big Bags sintetici?

Il design esterno dell’Eco-raccoglitore iRyciclo Play è ben conosciuto, ma il suoi interno è altrettanto importante. Per chi investe, per le aziende, per i comuni o per le aziende di raccolta la capienza interna e le diverse caratteristiche tecniche dell’Eco-raccoglitore iRyciclo Play sono fondamentali. A differenza delle macchine per la raccolta differenziata, i nostri Eco-raccoglitori hanno una capienza di gran lunga più grande. Le ante poste in basso allo schermo possono custodire sia un cassonetto di 1400 lt che un Big Bags sintetico.

Inoltre, gli Eco-raccoglitori iRyciclo Play:

Possono essere installati su suolo pubblico e privato

Lo svuotamento del cassonetto è affidato al comune o
alle aziende autorizzate alla raccolta dei rifiuti o degli assimilari dei rifiuti urbani e i materiali rimangono di loro proprietà aumentando così le percentuali di raccolta differenziata

I materiali raccolti aumentano di valore perché sono correttamente separati e non inquinati

I cittadini sono riconosciuti attraverso lettore di Codice Fiscale o smartphone se si registrano all’app iRyciclo Play

La comunità è incentivata grazie al sistema di eco-coupon erogati dagli eco-raccoglitori in forma cartacea o in forma digital su smartphone, tablet o PC e spendibili in prodotti e/o servizi promozionali degli esercenti e GDO

Il sistema Digital Signage dei monitor55”4K Backlight 1200 nits degli Eco-raccoglitori dà la possibilità ai comuni e agli enti pubblici di comunicare con
i cittadini in tempo reale

L’ineguagliabile capienza degli Eco-raccoglitori iRyciclo Play!

Lo sapevi che i nostri Eco-raccoglitori iRyciclo Play possono contenere un cassonetto di ben 1400 lt?

Il design esterno dell’Eco-raccoglitore iRyciclo Play è ben conosciuto, ma il suoi interno è altrettanto importante. Per chi investe, per le aziende, per i comuni o per le aziende di raccolta la capienza interna e le diverse caratteristiche tecniche dell’Eco-raccoglitore iRyciclo Play sono fondamentali. A differenza delle macchine per la raccolta differenziata, i nostri Eco.raccoglitori hanno un cassonetto dei rifiuti di gran lunga più grande. Le ante poste in basso allo schermo custodiscono un cassonetto di 1400 lt. Chiaramente un cassonetto di queste dimensioni permette all’ente incaricato alla raccolta dei rifiuti di occuparsi dello svuotamento con più comodità e in tempi più lunghi.

Inoltre, gli Eco-raccoglitori iRyciclo Play:

Possono essere installati su suolo pubblico e privato

Lo svuotamento del cassonetto è affidato al comune o
alle aziende autorizzate alla raccolta dei rifiuti o degli assimilari dei rifiuti urbani e i materiali rimangono di loro proprietà aumentando così le percentuali di raccolta differenziata

I materiali raccolti aumentano di valore perché sono correttamente separati e non inquinati

I cittadini sono riconosciuti attraverso lettore di Codice Fiscale o smartphone se si registrano all’app iRyciclo Play

La comunità è incentivata grazie al sistema di eco-coupon erogati dagli eco-raccoglitori in forma cartacea o in forma digital su smartphone, tablet o PC e spendibili in prodotti e/o servizi promozionali degli esercenti e GDO

Il sistema Digital Signage dei monitor55”4K Backlight 1200 nits degli Eco-raccoglitori dà la possibilità ai comuni e agli enti pubblici di comunicare con
i cittadini in tempo reale