Skip to content

2021, UN ANNO ECO-SOSTENIBILE

Un’ECO-Rivoluzione pronta a cambiare il mondo e a renderlo migliore!

“Queste nuove regole inviano un messaggio chiaro che nell’UE ci assumiamo la responsabilità dei rifiuti che generiamo. L’esportazione di rifiuti di plastica sarà consentita solo a condizioni molto rigorose. L’esportazione di rifiuti di plastica non differenziati verso paesi non OCSE sarà completamente vietata. Questa è una tappa importante nella lotta all’inquinamento da plastica, nella transizione verso un’economia circolare e nel raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo.”
-Virginijus Sinkevičius-

Negli ultimi anni i rifiuti, soprattutto quelli di plastica, hanno avuto un’aumento incontrollato, e l’UE non ha fatto altro che lavarsene le mani, esportando tali rifiuti in paesi poveri come Malesia o Indonesia, lì, dove questi rifiuti sono stati “smaltiti” venendo bruciati all’aria aperta o riversati negli oceani, facendo aumentare l’inquinamento dell’aria e dei mari.
Ad oggi in questo nuovo anno, dal 1° Gennaio 2021, l’UE ha vietato l’esportazione dei rifiuti nei paesi non facenti parte dell’OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), così facendo la Comunità Europea si assume le proprie responsabilità, segnando una svolta nella tutela ambientale e nella gestione dei rifiuti.

Tutto ciò lo possiamo definire come una vera e propria rivoluzione che comporterà una maggiore consapevolezza della necessità, di ridurre la produzione e i consumi di rifiuti pericolosi, nocivi o difficili da riciclare, e la dotazione a tutti i paesi di impianti di riciclaggio e smaltimento ormai necessari ed essenziale per la sostenibilità e l’impegno ambientale, e soprattutto per la salvaguardia del nostro pianeta.