Skip to content

Un’Italia virtuosa

La nostra Italia, un esempio in Europa per il riciclo e per la sostenibilità!

Era il 2019 e l’Italia ha già superato obbiettivi fissati per il 2030 da CONAI, raggiungendo un tasso di riciclo del 70%.
Dal 2019, sono stati conferiti al sistema CONAI 11 milioni di tonnellate di rifiuti, di questi l’87% avviato a riciclo e il restante 13% destinato al recupero energetico, di questi il 53% proviene dalla raccolta urbana, e il 47% dalle industre, ciò ha portato benefici dal riciclo che superano il miliardo di euro in Italia.

Con la crescita dei comuni italiani coinvolti, sono aumentate le gestioni consortili e indipendenti del riciclo, gestendo i rifiuti e il loro riciclo dividendo: la plastica, vetro e acciaio ai consorzi e legno, carta e alluminio alla gestione privata.
Nei mesi di lockdown purtroppo, la produzione di materiali riciclati e diminuita nelle attività a causa delle restrizioni, ma ha tuttavia portato un aumento nella produzione domestica di questi materiali “spazzatura”, permettendo così di mantenere costanti le percentuali e le quantità di materiale riciclato e di recupero energetico garantito dal riciclo.

Noi di iRyciclo Play, ci facciamo carico della missione del sistema consortile, promuovendo una gestione di rifiuti, tecniche di riciclo e di promozione di quest’ultimo, tramite tecnologie e macchinari che oltre a rendere il nostro paese, un paese eco sostenibile, possano anche stare al fianco di piccole e grandi attività, portando vantaggi e garantendo una visibilità che possa, anche se di poco, rendere meno duo questo periodo di crisi che stiamo vivendo.

“Abbiamo praticamente già raggiunto gli obiettivi europei di riciclo richiesti entro il 2025, e il nostro sistema Paese continua a fare scuola in Europa. Ora dobbiamo continuare a lavorare per incentivare l’eco-design e per sviluppare e potenziare le tecnologie per il riciclo”
-presidente Conai Luca Ruini-