Skip to content

Climate Pladge, una promessa per il pianeta.

Amazon per il pianeta, un’evoluzione di marketing ed eco-sostenibilità.

A far fronte alla tremenda crisi ambientale che oggigiorno ci si pone di fronte con sfide sempre più difficili, anche Amazon ha deciso di mettersi in gioco.
Insieme alla Global Optimism, il colosso statunitense si impegna a raggiungere obiettivi prefissati durante l’accordo di Parigi, a testimoniarlo è l’iniziativa chiamata “Climate Pladge” (impegno per il clima).
Il colosso già impegnato nell’ambito green, entro il 2030 ridurrà di circa 4 milioni di tonnellate le emissioni di CO2 prodotte dalla loro attività.

Come?

A partire dal 2022, Amazon ridurrà la diffusione del carbonio, acquistando 10’000 furgoni elettrici a batteria, oltre però a diminuire le emissioni, alzerà il livello di sicurezza e implementerà l’efficienza delle consegne.
Entro il 2030 il numero dei furgoni elettrici aumenterà favorendo un sostegno climatico ancora maggiore.

In oltre grazie a dei punti di raccolta specifici, è possibile, tramite Amazon, di riciclare oggetti tecnologici e non (apparecchiature elettroniche, batterie, pneumatici), tutto ciò semplicemente consultando il sito Amazon.
Per un reale sostentamento del clima, si impegnano anche nell’installazione di impianti di energia eolica e solare, e parchi fotovoltaici, questi ultimi già esistenti in giro per il mondo e, si, anche in Italia fattispecie nel meridione.

Che impatto avranno queste iniziative quanto aiuteranno davvero il nostro pianeta?
Staremo a vedere…