Una lotta contro la plastica usa e getta

Divieto di utilizzo di plastica usa e getta, l’Europa approva.
I mari sono ormai plieni di tali rifiuti.

Grazie all’appoggio da parte di quasi tutti i deputati del Parlamento europeo, nel 2021 verrà vietato l’utilizzo di aricoli in plastica monouso, come posate, cotton fioc, piatti, cannucce, miscelatori per bevandee bastoncini per palloncini, inoltre articoli in plastica ossi-degradabile (sacchetti e imballaggi) e i contenitori in polistirolo espanso.

“Questa legislazione ridurrà il danno ambientale di 22 miliardi di euro, il costo stimato dell’inquinamento da plastica in Europa fino al 2030. L’Europa dispone ora di un modello legislativo da difendere e promuovere a livello internazionale, data la natura globale del problema dell’inquinamento marino causato dalle materie plastiche. Ciò è essenziale per il pianeta”, ha detto la relatrice Frédérique Ries.

Lo scopo è di riuscire a raggiungere il 90% del riciclo di bottiglie e il contenimento del 30 percento di prodotti riciclati entro il 2030, per far fronte anche all’ingente quantità di rifiuti di plastica in mare che è ormai l’80% solo plastica e il 70% sono i rifiuti di cui è stato vietato l’utilizzo.
Più di 150 milioni di tonnellate di plastica negli oceani, da 4,8 a 12,7 milioni di tonnellate che ogni anno finiscono in mare, la vita marina, gli habitat danneggiati dalle sostanze chimiche, la salute umana, l’economia e il clima, tutto questo è ciò che l’europa tenta di aggiustare e di recuperare.

In oltre sarà rafforzata l’applicazione del principio “chi inquina paga”, ciò significa che produttori di tabacco e quelli di attrezzatura da pesca dovranno contribuire con le spese di riclo e trasporto di rifiuti legati ai solo prodotti.

iRyciclo si impegna con i suoi eco-raccoglitori ad ampliare, semplificare e rendere redditizio il riciclo conferendo incentivi al riciclatore e sostegno alle attività ma sopratutto al nostro pianeta.

Prysmian Group per un pianeta LOW CARBON.

La riduzione dei consumi energetici, l’economia circolare, il riciclo dei rifiuti, e la promozione di una cultura della salute e della sicurezza sono fattori fondamentali dell’impegno di Prysmian Group per migliorare la sostenibilità ambientale, investendo 450 milioni di euro entro la fine del 2022 per realizzare oltre che gli obbiettivi già prefissati, una diminuzione di CO2 e il contenimento del surriscaldamento globale.

Per fissare tali obiettivi Prysmian Group si giova del sostegno di Carbon Trust, un’organizzazione fondata nel 2001 con l’obiettivo di accelerare la transizione verso un’economia low carbon, e che aiuta le aziende e i governi a realizzare piani ambiziosi per garantire un futuro sostenibile.

La transizione verso fonti di energia rinnovabili – con l’elettrificazione dei consumi energetici quotidiani, che rafforza la resilienza del sistema energetico e promuove una maggiore efficienza – è strettamente connessa alla capacità di trasmettere e trasportare l’energia da un luogo all’altro, dai siti di produzione dell’energia rinnovabile (per esempio i parchi eolici offshore) ai luoghi dove l’energia viene consumata, come i centri urbani e le fabbriche.

Prysmian Group è impegnato a sostenere lo sviluppo di reti di energia più green e smart, rinnovabili e digitalizzate, grazie a tecnologie in cavo innovative, in grado di coprire distanze più lunghe e adatte ad essere installate a profondità superiori, per garantire così maggiori prestazioni, affidabilità e sostenibilità.

A questo scopo contribuirà anche la Leonardo Da Vinci, la nave posacavi – la quarta del Gruppo Prysmian – più performante ed efficiente al mondo, che è stata varata quest’estate e diventerà operativa a luglio 2021.

Dai Mari all’arredamento

La plastica che inquina i mari si trasforma e ci regala confort

CASAhomewear, una società innovativa, che ha accomunato il riciclo e l’eco sostenibilità alla tecnologia che ogni giorno ci accompagna, sviluppando un progetto ampio che parte dalla pulizia dei mari, dalla plastica, fino ad arrivare all’arredamento delle nostre case.

La soluzione sviluppata dalla società in questione consiste nel ripulire i mari da bottiglie e rifiuti in plastica, i quali vengono puliti sterilizzati e tramite specifiche procedure di lavorazione vengono trasformate in imbottitura per cuscini, piumini e tanto altro.

es. per imbottire una trapunta matrimoniale si impiegano 2kg di fibra derivati da circa 75 bottiglie di plastica riciclata, ciò è possibile grazie al processo di estrusione: si fondono le scaglie di poliestere derivanti dalla plastica raccolta, per ricavare i polimeri che compongono prima il filato e poi la morbida, soffice e calda ovatta.

Il risultato è un prodotto che ha la stessa consistenza ed emana lo stesso calore del piumino d’oca, ma rispetta l’ambiente e, fattore non secondario, costa molto meno.

Tutto ciò si lega alla tecnologia e porta una grande innovazione, in quanto è possibile accedere ed acquistare tali prodotti tramite l’app della società in questione “CASAhomewear”.
L’app sviluppata per smartphone e tablet coniuga la Realtà Aumentata con la Realtà Virtuale e l’uso del 3D, per scegliere in tempo reale il tuo arredamento permettendo all’utente di diventare il proprio interior design personale.
Basta inquadrare (ad esempio) il letto, con la fotocamera, l’app tramite la realtà aumentata e le funzioni 3D ti permetterà di vedere in tempo reale i prodotti in vendita, cuscini, trapunte, e scegliere quello perfetto per la tua camera.

Come nel caso di “CASAhomewear” anche noi di iRyciclo Play a nostro modo stiamo cercando di avvicinare le tematiche del riciclo e dell’eco-sostenibilità, alla tecnologia con i nostri eco-raccoglitori e prossimamente con un app che quasi come l’app “CASAhomewear” permetterà agli utenti di acquistare vari prodotti e servizi, tutto grazie al riciclo e quindi al loro buon senso e alla voglia di vivere in un mondo più pulito.

Digitale e Sostenibilità: le strade parallele per un successo imprenditoriale.

Un tempo erano due tematiche incompatibili; oggi sono legate più che mai da un obiettivo comune: salvaguardare il pianeta da decenni di noncuranza. È per questo che l’Agenzia Ue finanzia e premia i nuovi imprenditori virtuosi che investono in progetti green.

La causa principale che ha spinto la Commissione Europea a sostenere le nuove aziende green è di certo quella del Covid-19; la Pandemia ha fatto crollare qualsiasi pianificazione economica ed imprenditoriale, dalla grande multinazionale passando per le giovani sturt-up e fino al piccolo negoziante di paese. Un anno di chiusure e restrizioni non potevano non provocare malumori e crisi amministrative. Oggi, per fronteggiare lo sconforto generale, il nuovo Briefing Europeo ha promosso in ottica di ripresa economica un nuova equazione per incoraggiare i nuovi imprenditori, offrendo loro una strada senza rischi d’impresa: l’idea è quella di concentrare buona parte del fondo comune a progetti di natura tecnologica e green.

Come scrive Francesco Delzio, si tratta del “nuovo mantra della ripartenza per grandi e medie imprese. Si chiama Twin Strategy: accelerare la transizione verso il mondo digitale e – in parallelo – moltiplicare gli investimenti in sostenibilità e impatto sociale dell’azienda. Al punto da rivoluzionare il classico percorso di crescita delle aziende” ( fonte Avvenire.it)

Dati accreditabili quanto profetici vedono favorite le imprese o attività che investono sulle attività sostenibili e sulla conversione tecnologica. Sono proprio queste quelle che usciranno rapidamente da questa nuova crisi finanziaria, riuscendo addirittura a ribaltare l’attuale trend negativo. Come spiega l’autorevole voce del CEO Jean-Marc Ollagnier: “Il nuovo decennio porterà una nuova ondata di cambiamenti per le imprese, cambiamenti che saranno definiti dalla transizione alla sostenibilità. Il modo in cui le imprese europee sapranno attuare questa “strategia congiunta” determinerà la rapidità con cui riusciranno ad uscire dalla crisi e come si posizioneranno per sostenere lo sviluppo nel post Covid”.

iRyciclo Play rientra nella categoria sicura dei progetti Eco-sostenibili e innovativi.

Nel nostro caso il servizio innovativo che offriamo punta ad accontentare due diverse categorie; sia quelle dei nuovi leader, alla ricerca di massimo profitto a basso rischio d’impresa e sia i più colpiti dal dramma pandemico, ovvero i piccoli commercianti. Riproponiamo in questo articolo una breve documentazione denominata “Operazione serrande aperte” che spiega in che modo anche i piccoli esercenti possono essere coinvolti nella nostra rete. Il file è scaricabile gratuitamente  CLICCA QUI

Green Game Digital, per un futuro più pulito.

Il futuro sono i giovani e su di loro possiamo contare per un domani eco-sostenibile

La tematica del riciclo e dell’eco sostenibilità è ormai il fulcro del nostro mondo è la chiave per un futuro migliore, per questo consorzi come CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE e RICREA con ormai sette edizioni alle spalle, condurranno in diverse regioni italiane, l’edizione 2021 del GREEN GAME DIGITAL, un gioco a quiz, con lo scopo di sensibilizzare e coinvolgere i più giovani sul tema del riciclo e dell’eco-sostenibilità, insegnando attraverso dei quiz e dei giochi i principi della tematica del riciclo.

Questo progetto come in passato, riuscirà a coinvolgere circa 20’000 studenti per oltre 106 istituti in Italia, uno per ogni provincia, che si affronteranno in quiz a risposta multipla in un vero e proprio “CAMPIONATO NAZIONALE DEL RICICLO”.
Alla fine dei giochi dopo una attenta verifica delle risposte e i punteggi i vincitori riceveranno dei buoni di acquisto online.

In una nota congiunta i Consorzi promotori del Green Game dichiarano: “L’obiettivo di questo collaudato format è di inquadrare le modalità di una corretta gestione dei rifiuti di imballaggio, focalizzando l’attenzione dei ragazzi sulle enormi potenzialità offerte dal riciclo, non soltanto nella vita quotidiana di tutti i giorni, ma anche pensando al loro futuro di cittadini consapevoli. L’iniziativa coinvolge le giovani generazioni attraverso un metodo didattico avvincente quanto efficace che coniuga apprendimento e divertimento. L’esperienza fatta gli scorsi anni ha dimostrato che questo approccio è sicuramente il più efficace, riuscendo a consolidare nella mente dei ragazzi concetti che altrimenti risulterebbero più ostici e meno attraenti”.

Noi di iRicyclo Play, appoggiamo questo progetto, a nostra volta con il nostro progetto di eco-raccoglitori per il riciclo incentivante, saremo al fianco delle scuole, e cercheremo tramite i nostri macchinare, le tecnologie che contengono , le offerte e le promozioni che offrono, di raggiungere le menti più giovani e dare un messaggio green per far si che questi ultimi si aprano alla tematica del riciclo e la abbraccino con entusiasmo e volontà.
Noi di iRicyclo Play puntiamo ad un futuro più Green.