Skip to content

Intervenire sulla filiera rifiuti elettrici Raee

Il sistema consortile nato dalla fusione dei consorzi Ecodom e Remedia chiede di aprire un tavolo di confronto e di prendere in considerazione le 64 proposte per il miglioramento del sistema Raee

E’ urgente intervenire sulla filiera della raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici (Raee). Questo il senso dell’appello che Erion (il sistema consortile no profit di responsabilità estesa del produttore per la gestione dei rifiuti associati ai prodotti elettronici e la valorizzazione delle materie prime che li compongono) rivolge al governo e al Parlamento facendo presente di avere 64 proposte per il miglioramento del sistema Raee ; proposte che toccano diversi ambiti dalla burocrazia all’introduzione di sanzioni e di controllo, dalla promozione della raccolta a iniziative per sensibilizzare e informare i cittadini.

«Il ritardo dell’Italia rispetto ai target di raccolta dell’Unione europea – dichiara Giorgio Arienti, direttore generale di Erion che è nato nel 2020 dalla fusione dei consorzi Ecodom e Remedia, e che rappresenta oltre 2.400 aziende del settore dell’hi-tech e dell’elettronica di consumo – rende evidente l’urgenza di intervenire sulla filiera dei Raee. Nel 2020 Erion ha gestito circa 270mila tonnellate di Raee, un risultato in crescita rispetto all’anno precedente. Eppure, non è abbastanza, se pensiamo che a livello complessivo l’Italia viaggia a circa 6 chilogrammi di Raee raccolti per abitante quando dovrebbe essere arrivata già da due anni a più di 9 kg per abitante. Siamo ancora lontani dall’obiettivo fissato dall’Unione europea del 65% dell’immesso sul mercato. C’è un gap da colmare».

L’appello al governo e al Parlamento serve anche per aprire un tavolo di confronto per riuscire a trasformare i Raee da problema a opportunità. Nel Libro bianco si possono trovare indicazioni, suggerimenti e osservazioni sia organizzative che normative; è suddiviso in quattro le aree: riduzione della burocrazia tramite la semplificazione dei procedimenti autorizzativi relativi alla gestione dei Raee; misure di incentivazione, sanzione e controllo; linee di intervento su settori specifici; comunicazione e informazione per i cittadini e gli utilizzatori.

iRyciclo con i suoi eco-raccoglitori, incentiva la raccolta differenziata anche del materiale RAEE e dei giocattoli usati contenenti parti meccaniche ed elettroniche anch’esse RAEE, sono a disposizione dei cittadini e già presenti e funzionanti in diverse zone d’Italia, con molteplici eco-promozioni usufruibili con i coupon che vengono erogati successivamente al conferimento, e se si parla di RAEE diventa tutto molto vantaggioso, in oltre la funzionalità dei raccoglitori non va a giovare solo alle attività al cittadino e alla raccolta differenziata, ma incentiva e sostiene un economia circolare.

Entra a far parte del nostro mondo.

GETTA I RIFITI RAEE E I GIOCATTOLI USATI NEI NOSTRI ECO RACCOGLITORI,
SCOPRI LA LORO POSIZIONE ALL’INTERNO DELL’APP E ACCUMULA COUPON DA POTER SPENDERE PER LE PROMOZIONI PIU’ ADATTE A TE
!