Skip to content

Raccolta plastica: in Italia cresce l’iniziativa grazie a Plastic Free

335 città italiane accolgono l’appello di Plastic Free Onlus e partecipano alla giornata di raccolta di plastica

L’associazione ‘Plastic Free’, ha come obiettivo quello di sensibilizzare e far capire quanto è pericoloso l’inquinamento da plastica, in particolare quella monouso attraverso azioni concrete sul territorio. Nata nel luglio 2019, ad oggi conta più di 900 referenti in Italia, fondano la loro iniziativa sul precetto che tutta la plastica creata fino ad oggi esiste ancora e i numeri diventano giorno dopo giorno sempre più preoccupanti, impattando sull’ambiente, con oltre 12 milioni di tonnellate di plastica ogni anno che finiscono in natura, impatta sugli animali con oltre 100.000 mammiferi muoiono ogni anno dopo aver ingerito plastica e ovviamente impatta sull’uomo.

‘Secondo i dati, fino ad oggi l’associazione ha raccolto un quantitativo come 1.256.033 Kg di Plastica . Fortemente attiva nell’ultimo periodo. ha coinvolto circa 335 città italiane nell’aderire alla giornata di raccolta di plastica e rifiuti abbandonati. Numerose partecipazioni di volontari, comuni interi, enti, università italiane ; «Siamo lieti di aderire all’iniziativa Plastic Free e, soprattutto, di invitare tutta la comunità accademica e i propri familiari a partecipare a uno degli eventi sul territorio portando con sé un simbolo del proprio Ateneo (una t-shirt, un cappellino o altro). Non dobbiamo dimenticare che la tutela dell’ambiente è un nostro dovere», afferma Stefano Ranucci, vice presidente del CdA di Unicusano.

Non abbandoniamo la plastica dopo averla usata

 L’obiettivo è quello di promuovere verso le nuove generazioni una maggiore sensibilità sull’uso distorto della plastica usa e getta della plastica che non si vede, quella che diventa microplastica nei fiumi e nei mari per finire nel ciclo alimentare con gravi danni a tutti noi. L’invito è quello di non abbandonare la plastica. Il danno più grande che possiamo fare all’ambiente non è tanto usare un materiale che ha molti impieghi utili, ma lasciarlo dove capita anziché conferirlo negli appositi contenitori per la raccolta differenziata.