iRycicloPlay per un comune VIRTUOSO

Sapevi che il tuo comune può diventare GREEN?

Ospitando i nostri eco-raccoglitori nel tuo Comune sarà promossa la raccolta differenziata incentivante: iRycicloPlay dove tutti vincono!

La tua città diventa GREEN, migliora la qualità della vita grazie ad una raccolta differenziata ottimale.

I comuni che aderiscono a questo nuovo modo di fare raccolta possono risparmiare sui costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti, oltre a ricevere contributi maggiori e ad aumentare il valore dei materiali raccolti.

Costante comunicazione coi cittadini: sugli schermi degli eco-raccoglitori iRyciclo Play il comune potrà migliorare la comunicazione coi cittadini e pubblicizzare a titolo gratuito i propri eventi.

E il cittadino cosa “guadagna”?

La comunità è incentivata grazie al sistema di eco-coupon erogati dagli eco-raccoglitori iRycicloPlay, in forma cartacea o digitale sugli smartphone, tablet o PC e spendibili in prodotti e/o servizi promozionali delle attività commerciali aderenti.

Le attività commerciali che aderiscono al progetto possono aumentare i clienti potenziali e dare vita ad un’attività di green marketing.

Tutti vogliono vivere in un mondo più pulito!

Sapevi che puoi richiedere un comodato d’uso gratuito anche nella tua città?

 

In vista dell’emergenza da Covid-19 e dell’uso obbligatorio di guanti e mascherine, abbiamo ideato un nuovo eco-raccoglitore che potrà aiutarci a tenere pulite e sicure le nostre città!

Raccolta incentivante: iRyciclo Play

Abbiamo parlato spesso di quanto il riciclo sia la vera chiave per fronteggiare l’inquinamento ambientale dovuto alle produzioni industriali.

È interessante parlare della fase che avviene prima, di quella che permette il riciclo: la raccolta differenziata.

L’attività di iRyciclo Play rientra in quella sfera che viene definita “raccolta incentivante” che negli ultimi anni si è affermata sempre di più anche nel nostro Paese.

La raccolta incentivante di iRyciclo Play

Il ciclo virtuoso di iRyciclo Play

Come funziona la raccolta incentivante di iRyciclo Play?

La struttura che sottende il sistema della raccolta incentivante è data dalla compresenza di 3 attori:

– il cittadino virtuoso: il cittadino che provvede a differenziare il materiale e a conferirlo negli apposti eco-raccoglitori

– i Partners: le aziende che aderiscono a questa innovativa attività di marketing attraverso le inserzioni pubblicitarie.

iRyciclo Play: la colonna portante che garantisce l’installazione e il funzionamento degli eco-raccoglitori

 

 

 

 

 

Il cittadino, oltre a contribuire ad una raccolta differenziata ottimale nel proprio comune, riceve punti e offerte (anche su pcsmartphone e tablet) spendibili negli esercizi commerciali aderenti.

Le attività commerciali partner, riconoscibili da una vetrofania o consultando l’elenco nella sezione apposita, hanno la possibilità di aumentare e differenziare il bacino di potenziali clienti, incrementando la propria visibilità. Sono essi stessi a caratterizzare le offerte e promozioni associate agli eco-coupon destinati ai cittadini virtuosi.

L’Ente che aderisce ad iRyciclo Play attraverso l’installazione dei vari eco-raccoglitori, può risparmiare sui costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti, oltre a ricevere contributi maggiori e ad aumentare il valore dei materiali raccolti.

 

Entra anche tu nel mondo iRyciclo Play!

Il futuro Green dopo il Coronavirus

Il 1 Aprile 2020, in collaborazione con EcoFuturo, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha tenuto in video conferenza con i giornalisti ambientali un incontro definito “Conversazione sul Futuro“.

Un’occasione di rilancio Green del Paese

Secondo il Ministro quello che ci aspetta, quando l’emergenza sanitaria sarà domata, è “un’occasione di rilancio green del Paese.”

Questo è il momento più opportuno per incrociare il rapporto tra ambiente e salute per dare nuova linfa.

Tra i tanti argomenti trattati con i giornalisti del settore ambientale spicca quello degli eco-bonus.

Il Ministro infatti ha dichiarato che non ci sarà “alcuna deroga ai limiti sull’inquinamento” ma l’impegno ad “incentivare aziende e privati cittadini a spostarsi verso sistemi tecnologici meno impattanti, inserendo un credito di imposta per le imprese e un eco-bonus per i cittadini, entrambi non inferiori al 90% e con un ristoro del capitale più rapido rispetto ai 10 anni attuali, penso a circa 3-5 anni”.

Verso un nuovo modello produttivo

È proprio questo il momento di invertire il paradigma produttivo, abbandonando il vecchio modello lineare e infinito e mirare ad un modello di economia circolare

Direzione non condivisa con una parte politica che ha chiesto di sospendere il Green Deal Europeo e dirottare tutte le risorse per fronteggiare l’emergenza Covid-19, a cui però il Ministro risponde:

La disponibilità economica rimane. Dobbiamo invece capire come vogliamo ricostruire, se con il vecchio schema o invece facendo confluire le risorse finanziarie per dare nuova linfa che punti ad un nuovo paradigma. Non possiamo cedere alla logica del vecchio modello

“Questo è il momento della ripartenza economica”

Il Ministro ha poi affermato: le prossime leggi, quasi tutti decreti,  riguarderanno “semplificazione, sburocratizzazione e velocizzazione”, cercando di offrire delle garanzie ai cittadini, premiando “chi rispetta la norma”.

Per seguire tutta la conferenza qui