Roma rimossi 1.200 rifiuti ingombranti: come ovviare

Tra i mesi di Giugno e Agosto l’incuria di molti ha reso le strade di Roma non fruibili per colpa di molti rifiuti gettati via senza nessun riguardo.

A comunicarla è stata la nota azienda di raccolta Ama, che in un recente comunicato ha segnalato la presenza di ben 455 tonnellate a giugno, 422 a luglio e 313 ad agosto. Un caos che oltre a provocare un grosso disagio urbano, aumenta i costi per tutti i cittadini.

Sono stati recuperati oggetti di ogni genere lungo strade come: via Principe Umberto (I municipio), via Casilina (VII municipio), via Acqui (VII municipio), via Follereau (VI municipio), via Carlo Pirzio Biroli (XV municipio). Le rimozioni di tali rifiuti ingombranti sono state richieste dagli stessi cittadini tramite segnalazioni telefoniche.

Lo sottolinea anche l’Amministratore di Ama Stefano Zaghis, dicendo “anche in queste settimane abbiamo purtroppo dovuto fare i conti con i soliti svuota cantine e con altri maleducati  che persistono in questi comportamenti ingiustificabili. Il nostro personale si trova di frequente a dover segnalare la presenza su suolo pubblico di questi materiali” (fonte ecodallecittà.it).

iRyciclo Play conosce bene questo tipo di problematiche, e sa bene quanto tale incuria possa infliggere un considerevole danno per ai Comuni e per le aziende di raccolta. Per questo gli Eco-raccoglitori iRyciclo Play, oltre a garantire un corretto conferimento di tutti i materiali, ha due capacità molto significative per la lotta contro l’abbandono di rifiuti ingombranti: i nostri macchinari possono essere utlizzati dal cittadino solo dopo che lo stesso si riconosce attraverso l’inserimento della sua tessere sanitaria. Inoltre, gli Eco-raccoglitori iRyciclo Play hanno la predisposizione per l’inserimento di telecamere di sorveglianza per segnalare presenti comportamenti scorretti.

Cassonetti e Big Bags all’interno Eco-raccoglitori iRyciclo Play!

Lo sapevi che all’interno dei nostri Eco-raccoglitori iRyciclo Play possono essere collocati sia cassonetti di ben 1400 lt che Big Bags sintetici?

Il design esterno dell’Eco-raccoglitore iRyciclo Play è ben conosciuto, ma il suoi interno è altrettanto importante. Per chi investe, per le aziende, per i comuni o per le aziende di raccolta la capienza interna e le diverse caratteristiche tecniche dell’Eco-raccoglitore iRyciclo Play sono fondamentali. A differenza delle macchine per la raccolta differenziata, i nostri Eco-raccoglitori hanno una capienza di gran lunga più grande. Le ante poste in basso allo schermo possono custodire sia un cassonetto di 1400 lt che un Big Bags sintetico.

Inoltre, gli Eco-raccoglitori iRyciclo Play:

Possono essere installati su suolo pubblico e privato

Lo svuotamento del cassonetto è affidato al comune o
alle aziende autorizzate alla raccolta dei rifiuti o degli assimilari dei rifiuti urbani e i materiali rimangono di loro proprietà aumentando così le percentuali di raccolta differenziata

I materiali raccolti aumentano di valore perché sono correttamente separati e non inquinati

I cittadini sono riconosciuti attraverso lettore di Codice Fiscale o smartphone se si registrano all’app iRyciclo Play

La comunità è incentivata grazie al sistema di eco-coupon erogati dagli eco-raccoglitori in forma cartacea o in forma digital su smartphone, tablet o PC e spendibili in prodotti e/o servizi promozionali degli esercenti e GDO

Il sistema Digital Signage dei monitor55”4K Backlight 1200 nits degli Eco-raccoglitori dà la possibilità ai comuni e agli enti pubblici di comunicare con
i cittadini in tempo reale

L’ineguagliabile capienza degli Eco-raccoglitori iRyciclo Play!

Lo sapevi che i nostri Eco-raccoglitori iRyciclo Play possono contenere un cassonetto di ben 1400 lt?

Il design esterno dell’Eco-raccoglitore iRyciclo Play è ben conosciuto, ma il suoi interno è altrettanto importante. Per chi investe, per le aziende, per i comuni o per le aziende di raccolta la capienza interna e le diverse caratteristiche tecniche dell’Eco-raccoglitore iRyciclo Play sono fondamentali. A differenza delle macchine per la raccolta differenziata, i nostri Eco.raccoglitori hanno un cassonetto dei rifiuti di gran lunga più grande. Le ante poste in basso allo schermo custodiscono un cassonetto di 1400 lt. Chiaramente un cassonetto di queste dimensioni permette all’ente incaricato alla raccolta dei rifiuti di occuparsi dello svuotamento con più comodità e in tempi più lunghi.

Inoltre, gli Eco-raccoglitori iRyciclo Play:

Possono essere installati su suolo pubblico e privato

Lo svuotamento del cassonetto è affidato al comune o
alle aziende autorizzate alla raccolta dei rifiuti o degli assimilari dei rifiuti urbani e i materiali rimangono di loro proprietà aumentando così le percentuali di raccolta differenziata

I materiali raccolti aumentano di valore perché sono correttamente separati e non inquinati

I cittadini sono riconosciuti attraverso lettore di Codice Fiscale o smartphone se si registrano all’app iRyciclo Play

La comunità è incentivata grazie al sistema di eco-coupon erogati dagli eco-raccoglitori in forma cartacea o in forma digital su smartphone, tablet o PC e spendibili in prodotti e/o servizi promozionali degli esercenti e GDO

Il sistema Digital Signage dei monitor55”4K Backlight 1200 nits degli Eco-raccoglitori dà la possibilità ai comuni e agli enti pubblici di comunicare con
i cittadini in tempo reale

Dove si buttano i rifiuti? Te lo dice un’app

Dove si buttano i rifiuti? Te lo dice un’app. È proprio così, da poco è stata sviluppata un’app intelligente che ha la capacità di riconoscere i rifiuti inquadrandoli attraverso la fotocamera del cellulare.

Lo si deve a Junker, ‘la nuova applicazione che aiuta a fare la raccolta differenziata in maniera semplice, veloce e soprattutto senza errori’. Sul sito web di Junker vengono ben spiegati tutti i benefici che può ottenere l’utente, a prescindere se si tratti del cittadino o di un’azienda. Per i cittadini, Junker offre una vera e propria guida, che percorre l’idea del compostaggio per un perfetto riciclaggio del materiale organico, sino al conferimento finale.

Junker è anche rivolto ai gestori della raccolta dei rifiuti, in grado di riconoscere più di un milione e mezzo di rifiuti. Inoltre offre al comune tre importanti servizi: Segnalazioni di degrado (rifiuti abbandonati, cassonetti rotti, discariche abusive, etc., Servizi a chiamata (ritiro ingombranti, raccolte speciali, etc) e informative dirette all’utente. (fonte junkerapp.it)

Come racconta Benedetta De Santis “Questo sistema di intelligenza artificiale si basa sul machine learning, ovvero sull’apprendimento automatico, e ancora “Il suo patrimonio di partenza è costituito da un database di circa un milione di immagini, che man mano diventeranno sempre più evolute grazie alla collaborazione degli utenti. Saranno loro stessi i maestri che aiuteranno il cervellone ad apprendere e ad aumentare di precisione nel riconoscere gli oggetti”. (dichiarazioni ricavate su Wired.it- articolo di Federica Maccotta).

Chiamatela Generazione R! Conai promuove un nuovo progetto di sensibilizzazione

CONAI è il maggiore Consorzio italiano che permette ai produttori di imballaggi di riciclare e restituire nuova vita ai materiali. I 20 anni di vita di CONAI testimoniano l’impegno della società a valorizzare un sistema di riciclo dei materiali di scarto.

Un’altra mossa di CONAI a favore dei sistemi di raccolta è stata ufficializzata pochi giorni fa, con la pubblicazione di una nuova campagna di comunicazione e sensibilizzazione chiamata GENERAZIONE R! La r con l’esclamazione allude e rimanda chiaramente alla parola riciclo, uno dei termini più discussi di questi ultimi anni. Ma infatti, quello di ideare un progetto di ciclicità dei rifiuti, è sicuramente un compito affidato alle prossime generazioni, pronte a conseguire il lavoro già avviato da Consorzi come CONAI.

“Generazione R! è un progetto inter-consortile, ideato e sviluppato dall’agenzia di comunicazione integrata Take in risposta al bando di gara lanciato pre Covid, che punta ad accendere l’attenzione, individuale e collettiva, sulla necessità di pensare, produrre, consumare e agire in modo sostenibile e sull’impatto dei gesti quotidiani sul funzionamento dell’economia circolare nel nostro Paese.” (fonte touchpoit.news)

iRycicloPlay in linea con lo spirito imprenditoriale di CONAI, plaude a tale iniziativa segnalando i suoi eco-raccoglitori.

iRyciclo Play produce ed installa, eco-raccoglitori per la raccolta differenziata incentivata di plastica e alluminio, vetro, carta e cartone, oli esausti, RAEE e indifferenziato destinati a tutti i comuni e agli enti pubblici. La peculiarità di degli eco-raccoglitori iRyciclo Play è senz’altro rappresentata dall’innovazione del digital signage, un sistema che aiuterebbe gli scopi divulgativi di GENERAZIONE R! accrescendo la potenzialità del progetto con il solo fine di sensibilizzare l’uomo a compiere passi decisivi per la raccolta differenziata.